Questo sito utilizza cookie di profilazione e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online.
Il sito consente anche l'invio di cookie di "terze parti", ossia di cookie installati da un sito diverso tramite il sito che si sta visitando.

viaggiare per trovarsi

Camera Africa

Camera Africa

Camera America

Camera America

Camera Asia

Camera Asia

Camera Europa

Camera Europa

marcopolo_camere

marcopolo_tariffe

marcopolo servizi

marcopolo dove siamo

marcopolo contatti e prenotazioni

marcopolo territorio

Il territorio

Barletta è Arte, Mare, Cultura, Gusto. Conosciuta a livello nazionale per la sua “Disfida”, avvenuta nel 1503, è una sorpresa continua: laboriosa di giorno, con le sue industrie agroalimentari e tessili sempre in fermento; intellettuale al pomeriggio, con le passeggiate per gli eventi cittadini; divertente di notte, con i locali aperti fino a tardi. Gli amanti dello sport all’aria aperto trovano il luogo ideale nella lunga Litoranea dedicata al concittadino Pietro Mennea. La cucina locale è eccezionale.

La Regione Puglia propone un’offerta vastissima per i propri visitatori. Dal mare al turismo religioso, passando per le vie del gusto e la passione per l’arte. Da Barletta si snodano strade che portano a straordinarie Città della Regione Puglia. È possibile muoversi in treno (dal B&B la stazione ferroviaria dista soltanto tre minuti a piedi) oppure affittare un’auto, tramite la reception.
SAN GIOVANNI ROTONDO, i luoghi di Padre Pio. Km 90
VIESTE, il mare del Gargano. Km 135
TRANI, la Perla dell’Adriatico. Km 15
CASTE L DEL MONTE, Andria, Patrimonio dell’Unesco. Km 20
BARI, capoluogo di Regione, porta tra Oriente e Occidente. Km 60
POLIGNANO A MARE, stradine a picco sul mare. Km 100
ALBEROBELLO, la magia dei trulli. Km 115
OSTUNI, La Città Bianca.km 145
LECCE, la Firenze del Sud. Km  220
SALENTO, lu sole, lu mare, lu jentu. Km 200

Tantissimi i luoghi da visitare:

cosa visitare a Barletta

DA VEDERE

Borghese e mercantile, non è solo la città della Disfida: sul mare si affaccia il Castello Federiciano, simbolo del potere svevo e di tutti gli altri che si sono succeduti, luogo di incoronazioni, di promulgamento di leggi, punto di partenza dei Crociati. Che, armati di tutto punto, si facevano benedire nel Santo Sepolcro e salutavano l'imponente statua bronzea di Eraclio, re gigante divenuto simbolo della città. Poi la sfida del 1503, rievocata ogni anno con grande sfarzo, richiamo di turisti: la Cantina è ancora lì a farsi ammirare, ma francesi e italiani ora si sfidano solo a calcio e ammirano i resti del passato. Ancora Francia a Barletta nei capolavori di Giuseppe De Nittis: oggi sono in mostra nel già straordinario Palazzo della Marra (XVI sec.), tappa obbligatoria insieme alla Cattedrale romanica, la chiesa di Sant'Andrea e la chiesa del Purgatorio (XVIII sec.)...

La Disfida di Barletta

la guida: visite a Barletta

Cantina della Sfida

Secondo tradizione, è il posto nel quale si sarebbe consumata l’offesa da parte del cavaliere francese Guy de La Motte ai danni dell’onore degli italiani. Ne seguì la più famosa Disfida del 1503, che vide vittoriosa la compagine del Capitano Ettore Fieramosca. La Cantina si rianima durante le rievocazioni storiche di febbraio o degli eventi estivi dedicati.
Via Cialdini. Visite su prenotazione.

View the embedded image gallery online at:
http://www.bbmarcopolo.com/it/il-territorio#sigFreeIde1057f0f8b

Palazzo della Marra – Pinacoteca “Giuseppe De NIttis”

Il Palazzo elegante di Barletta, dal riconoscibile balcone barocco affacciato su via Cialdini, ospita la Pinacoteca dedicata al celebre pittore impressionista Giuseppe De Nittis. Barlettano, divenuto famoso a Parigi, torna in patria con le sue opere nel 2006 e il visitatore resta incantato dinanzi ai paesaggi e alle sue figure femminili, di cui Leontine, sua moglie, ne rappresenta l’apice.
Via Cialdini. Ingresso a pagamento.

View the embedded image gallery online at:
http://www.bbmarcopolo.com/it/il-territorio#sigFreeIdededadd185

La cattedrale di Trani

La cattedrale di San Nicola Pellegrino è il principale luogo di culto cattolico della città di Trani, in Puglia, sede vescovile dell'arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie.

Inserita nella lista delle "meraviglie italiane",[1], si tratta di un esempio di architettura romanica pugliese. La sua costruzione è legata alle vicende di san Nicola Pellegrino, risalenti all'epoca della dominazione normanna.

Fu costruita usando la pietra di Trani, un materiale da costruzione tipico della zona: si tratta un tufo calcareo, estratto dalle cave della città, caratterizzato da un colore roseo chiarissimo, quasi bianco.

La chiesa si distingue per il suo vistoso transetto e per l'uso dell'arco a sesto acuto nel passaggio situato sotto il campanile, fenomeno non molto diffuso nell'architettura romanica.

 

Il Colosso Eraclio

Simbolo e custode della Città. Una statua bronzea di oltre cinque metri, che vanta un primato: è l’unica in Italia esposta agli agenti atmosferici . Raffigura probabilmente l’imperatore Costantino o Valentiano I e lo trovate da secoli a ridosso della bellissima Basilica del Santo Sepolcro. L’invito è a farvi raccontare la leggenda da chiunque vi troviate seduto ai suoi piedi.
Corso Vittorio Emanuele. Ingresso libero.

View the embedded image gallery online at:
http://www.bbmarcopolo.com/it/il-territorio#sigFreeId874fc05203

Castel del Monte - Andria

Castel del Monte è un edificio del XIII secolo fatto costruire dall'imperatore Federico II in Puglia, nell'attuale frazione omonima del comune di Andria, a 18 km dalla città, nei pressi della località di Santa Maria del Monte, in provincia di Barletta-Andria-Trani.

È situato su una collina della catena delle Murge occidentali, a 540 metri s.l.m.

È stato inserito nell'elenco dei monumenti nazionali italiani nel 1936 e in quello dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 1996.

 

Cattedrale Santa Maria Maggiore

Il luogo di culto dei barlettani. Architettura romanica e pietà popolare, che si erge nella sua bellezza al centro del nucleo storico. Il campanile spicca sui tetti e, di sera, si fa ancora più maestoso. La bianca Cattedrale culmina alla fine di un percorso di strade “a spina di pesce” e ospita, nei mesi di Maggio e Luglio, Maria Santissima dello Sterpeto e San Ruggiero per la festa patronale.
Piazza Duomo. Ingresso libero.

View the embedded image gallery online at:
http://www.bbmarcopolo.com/it/il-territorio#sigFreeIdab3da249db

Canne della Battaglia

È un importante sito archeologico fuori dalle mura cittadine, divenuto celebre per la battaglia tra romani e cartaginesi. Si può passeggiare tra i resti della cittadella, visitare l’Antiquarium , ammirare le innumerevoli tracce dei ritrovamenti archeologici e scoprire la vicina necropoli.
Loc. Canne della Battaglia. Visite su prenotazione e pagamento.

View the embedded image gallery online at:
http://www.bbmarcopolo.com/it/il-territorio#sigFreeIddc21557ccf

Castello Normanno-Svevo

Un’imponente fortezza dalla struttura quadrangolare nel cuore del Centro Storico, a un passo dal mare e dalla night life. Conserva al suo interno il busto di Federico II e ospita il Museo Civico con importanti opere del patrimonio culturale cittadino; la Sala Rossa, luogo di convegni e rappresentazioni teatrali; la Biblioteca “S.Loffredo”. Da visitare assolutamente la corte, le terrazze, i sotterranei, i giardini. Il fossato del Castello si presta a manifestazioni per grandi numeri come i concerti estivi.
Piazza Castello. Ingresso libero. Visite a pagamento.

View the embedded image gallery online at:
http://www.bbmarcopolo.com/it/il-territorio#sigFreeIdb5812b4b1e

Seguici su

B&B a Barletta

b&b Barletta

b&b Barletta

 

 

B&B a Barletta    B&B a Barletta    B&B a Barletta